C’era una volta il portafogli…

Si forse esiste ancora, ma certamente ha perso la sua destinazione originale di portamonete e banconote.

Infatti oggi è sempre più colmo di tessere e card di ogni tipo e genere. Causa di ciò e l’avvicendarsi di nuovi metodi di pagamento. Oggi viviamo nell’era dei New Digital Payment .

Le informazioni sullo stato dei pagamenti digitali innovativi ci arrivano dall’annuale report dell’Osservatorio Mobile Payment & E-Commerce del Politecnico di Milano.

Il dossier del 2018 mostra numeri assolutamente incoraggianti: nel 2017 sono stati effettuati pagamenti con metodi all’avanguardia (ad esempio tramite smartphone e carte contactless) per 46 miliardi di euro, ovvero poco più di un quinto (il 21%) del volume d’affari occupato dai pagamenti digitali tradizionali, quelli con normale POS o carta di credito.
In ogni caso, numeri destinati ad aumentare: secondo l’Osservatorio, entro il 2020 questo tipo di pagamenti muoveranno oltre 100 miliardi all’anno.

I re indiscussi dei pagamenti mobile, manco a dirlo, sono i cinesi.

Da soli rappresentano il 61,9% dei pagamenti digitali, ed entro il 2020 si prevede che rappresenteranno anche il 51% dei pagamenti tramite mobile, tra WeChat e AliPay.
Del resto, parliamo della Cina, un Paese dove ormai anche i senzatetto si sono adeguati alla cashless society, chiedendo l’elemosina armati di QR Code legato ai loro portafogli WeChat. Mentre in Nord America è più di un consumatore su quattro ad avere usato almeno una volta un’app di mobile payment nel 2017.

L’evoluzione del mercato dei pagamenti digitali sta accelerando in modo dirompente, con nuove tecnologie che prendono piede e BigTech e Fintech che fanno sentire il loro peso sul mercato.

Stiamo assistendo ad un’ascesa degli e-wallet 

Oggi i Wallet rappresentano un’enorme opportunità di mercato per i provider di pagamenti non tradizionali. Questa applicazione trasforma il tuo telefono cellulare in un portafoglio senza costi aggiuntivi. Il sistema conserva una versione completamente elettronica, e immateriale, delle tue carte di credito.

Sono ancora relativamente di nicchia in Italia, ma coinvolgono cifre sempre più interessanti, gli acquisti effettuati con servizi tramite App come Apple Pay e Satispay , e gli ultimi arrivati Google Pay e PayPal  con appena mezzo milione di italiani che ne hanno fatto uso, e un volume di circa 70 milioni di euro – comunque praticamente sette volte quanto visto nel 2016.

E’ indiscutibile che l’uso di sistemi di pagamento digitale ha degli enormi vantaggi, oltre al fatto che rimane un metodo con un alto sistema di sicurezza.

E tu da che parte stai? Hai l’incubo di perdere o smagnetizzare la carta di credito? O sei già passato ad un sistema di pagamento digitale? Contattami per capire come muoversi nell’era dei pagamenti digitali.

Stay digital Pay digital!